Logo ufficiale verde di Unimarconi Infopoint Milano
Centro di orientamento accreditato Università Degli Studi Guglielmo Marconi

Laurea Magistrale, perché è importante conseguirla

La Laurea Magistrale è davvero così necessaria?

Se vuoi sapere perchè è così importante avere un titolo di Laurea Magistrale, ti consiglio vivamente di leggere questo articolo.

Laurea magistrale: un ottimo investimento per il futuro.

Quando si intraprende il percorso universitario si deve sapere che ci sono due possibilità per lo studente: conseguire la laurea triennale e da subito inserirsi nel mondo del lavoro oppure continuare a studiare e conseguire una laurea magistrale.

Infatti con la riforma n. 207/2004 si può studiare nelle università con un sistema composto da una laurea triennale più una laurea magistrale.

La laurea magistrale viene conseguita con ulteriori due anni di studi e include che tutti gli studenti acquisiscano 120 CFU, cioè i crediti formativi universitari, ripartiti in un massimo di 12 esami. Ovviamente ogni singola facoltà ha un proprio numero di esami.
Le lauree magistrali sono distinte in classi.

Ogni corso biennale è identificato da una sigla costituita dalle lettere LM e da un numero.

Laurea Magistrale – Requisiti d’accesso

laurea magistrale


È bene ricordare che per poter accedere alla laurea magistrale, si deve aver ottenuto una laurea triennale.

Inoltre che si può richiedere l’ammissione alla magistrale anche durante l’ultimo anno della triennale se si è già fatto richiesta dell’esame di laurea e quindi si è in procinto di discutere la tesi ed aver già ottenuto 150 CFU dei 180 necessari per il conseguimento della laurea di primo livello.


Può accadere che il corso triennale prescelto si riveli non proprio soddisfacente.

In questi casi è possibile virare verso una magistrale che non sia esattamente lo sbocco naturale del corso precedente.

Se ti ritrovi nella situazione appena descritta, controlla sempre i regolamenti didattici dell’ateneo per capire i CFU richiesti e i requisiti iniziali previsti per l’ammissione alla magistrale.

Laurea Magistrale – Durata e criteri


Durante il corso di studi della laurea magistrale si ha la possibilità di seguire corsi più stimolanti e avanzati, conoscere le materie più innovative e interdisciplinari, potendo far leva sulle competenze di base precedentemente acquisite con la laurea di primo livello.

Gli argomenti trattati arrivano ai confini della ricerca e forniscono una prospettiva sulle tecnologie che verranno realizzate nel prossimo futuro.
Alla laurea magistrale sono ammessi anche studenti con titolo di studio equipollente conseguito all’estero. In realtà, le singole università stabiliscono i criteri di accesso validi per ogni corso di laurea magistrale. 


Per l’ammissione, tra l’altro, può essere richiesta un’adeguata preparazione iniziale dello studente.

Potrebbe essere prevista, per esempio, la conoscenza della lingua inglese sia scritta che parlata.

Ovviamente, i requisiti cambiano da facoltà a facoltà così come le modalità di accertamento. 
Le competenze approfondite così acquisite influiscono sulle prospettive di carriera.

In generale, le lauree specialistiche danno accesso a contratti di lavoro più stabili e meglio retribuiti, e a posizioni di maggior responsabilità rispetto a quanto non consentano le lauree triennali.

Laurea Magistrale e Magistrale a ciclo unico

Laurea Magistrale in Pedagogia Lm85


Nel percorso di studio della laurea magistrale si approfondiranno le conoscenze specifiche della disciplina scelta e i materiali con cui approfondirai la tua conoscenza saranno meno generici rispetto a quelli dei tuoi studi triennali.


Esistono anche i corsi di laurea magistrale a ciclo unico che hanno durata da 4 a 6 anni. Ci si può iscrivere a una laurea magistrale a ciclo unico se si è in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado o di un titolo superiore.


Le lauree magistrali a ciclo unico sono previste, nella maggior parte dei casi, per i corsi di laurea a numero chiuso e con test di accesso programmato a livello nazionale.

In particolare: le lauree magistrali a ciclo unico di una durata di sei anni sono: Medicina e Odontoiatria e le lauree magistrali a ciclo unico di durata quinquennale sono:

  • Farmacia
  • Veterinaria
  • Scienze della formazione primaria
  • Architettura.


Un recente studio effettuato nel Regno Unito, ha comparato il salario annuale medio di persone in possesso di Laurea Triennale a quello di persone con Laurea Magistrale.

Laurea Magistrale in Pscicologia LM 51

I vantaggi economici della Laurea Magistrale

I risultati mostrano che questi ultimi guadagnano il 16% in più di chi si è fermato alla Triennale. Negli USA la differenza è ancora maggiore: coloro che hanno conseguito una Laurea Magistrale guadagnano il 25% in più.
È stato anche scoperto che una Laurea Specialistica aumenta le possibilità di trovare un lavoro altamente qualificato: il 78% dei laureati magistrali ottiene un impiego del genere entro 6 mesi, mentre solo il 66% di laureati triennali riesce in tale impresa.


Una Laurea Magistrale, inoltre, darà una vera spinta alla carriera e migliorerà la sicurezza della propria posizione lavorativa. 


I tassi occupazionali dei laureati magistrali sono superiori a quello dei laureati triennali. Il titolo specialistico aiuta a trovare lavoro in meno tempo, con tassi occupazionali che variano molto da facoltà a facoltà.

La magistrale consente di aspirare a contratti lavorativi più stabili e duraturi, e anche meglio retribuiti. 
I Corsi di Laurea Magistrale possono appartenere a classi diverse. Le classi ministeriali istituite sono 94 (più 4 per le lauree magistrali delle professioni sanitarie) e raggruppano i Corsi di Laurea in base a obiettivi formativi comuni.

La Laurea Magistrale in numeri


I Corsi di Laurea Magistrale appartenenti alla stessa classe hanno identico valore legale, anche se il percorso di studi può differenziarsi in maniera più o meno rilevante, grazie all’autonomia universitaria.
Per l’accesso a determinati albi professionali o la partecipazione a pubblici concorsi non è escluso che in qualche caso possa essere richiesto il possesso di specifiche competenze, oltre al possesso del titolo di studio di una certa classe.

Il tasso di occupazione Istat per i laureati magistrali risulta del 95,7%, contro l’81,3% dei laureati di primo livello.
La percentuale dei laureati magistrali che a un anno dalla laurea lavora con un contratto a tempo indeterminato è sempre significativamente maggiore di quella dei laureati di primo livello; nel 2012 ha raggiunto il 50% dei laureati magistrali contro il 7,4% dei laureati di primo livello.

Alcuni laureati di primo livello (triennali) – specialmente tra i molti che già lavorano – pensano erroneamente che gli studi magistrali non valgano l’impegno richiesto, talora confortati in questa convinzione dall’opportunistica opinione del proprio datore di lavoro. In realtà, dati alla mano, i due anni di studi magistrali, se ben fatti, costituiscono un investimento per il futuro.

Lascia un commento

SCARICA LA BROCHURE CON I PIANI DI STUDIO UNIMARCONI

Scrivi la tua email e ricevi subito la brochure in PDF con l’offerta didattica di Unimarconi.